una signora in una piscina di un a struttura termale in italia

Le Terme di Trescore

Le Terme di Trescore vantano origini antiche, infatti le proprietà curative delle loro acque erano già apprezzate da Romani e Galli. Bisogna aspettare il 1470 per le prime memorie mediche, quando due medici bergamaschi, Ludovico Zimalia e Bartolomeo Albano, scrissero un trattato sulle acque termali. Nel 1794 un noto protofisico, Giuseppe Pasta, pubblicò un'opera completa sulle acque di Trescore. La conoscenza delle virtù di queste acque si diffuse a tal punto, che nei primi anni dell' Ottocento, arrivavano persino americani per curarsi. Nel 1862 Giuseppe Garibaldi curò una vecchia artrite nello stabilimento delle Fonti di San Pancrazio.

Le acque delle Terme di Trescore sgorgano da tre fonti e sono sulfuree-salso-solfato-calciche e ad elevato contenuto di idrogeno solforato.

In questo complesso termale vengono curate  malattie dermatologiche, otorinolaringoiatriche, dell'apparato respiratorio, circolatorio e osteoarticolare con inalazioni a getto di vapore, aerosol e aerosol sonico vibrato, inalazioni a gas o humage, insufflazione endo timpanica, irrigazione o doccia nasale, doccia nasale micronizzata, fango-balneoterapia e idromassaggi.

Le Terme di Trescore dispongono anche di un servizio di flebologia, un centro di riabilitazione motoria e uno di medicina estetica termale.