delle signore fanno yoga nella palestra di un wellness hotel

Yoga e Pilates

Sempre più spesso, soprattutto negli ultimi tempi, si stanno diffondendo tecniche di allenamento orientali volte al controllo dei muscoli con la mente, metodologia che trova un punto d'incontro tra la parte fisica e la parte spirituale del corpo umano. Tra le discipline più conosciute si distinguono in primo luogo lo Yoga e il Pilates.

Lo Yoga nelle civiltà orientali ma in particolar modo in India, sua terra d'origine, rappresenta soprattutto un modo per avvicinare la propria mente alla divinità in cui si crede, è quindi evidente la funzione religiosa dello Yoga in Oriente. In Occidente tale disciplina invece, è maggiormente legata al benessere fisico ed è praticata per raggiungere un equilibrio psico-fisico.

Di nascita più recente è invece il Pilates, diffusosi a partire dal 900 per idea di Joseph Pilates che ha ideato un metodo volto all'utilizzo della mente per controllare i muscoli del corpo. In effetti, il Pilates è spesso utilizzato per la riabilitazione posturale in quanto, attraverso tecniche respiratorie regolari, consente l'allineamento della colonna vertebrale. Praticare regolarmente il Pilates può essere un metodo efficace per prevenire o alleviare i dolori di schiena; inoltre un numero sempre crescente di medici consiglia la pratica del Pilates per riabilitazioni post operatorie.

01 intestetismi pelle massaggio benessere

Anche se non fai yoga: la posizione Balasana

Lo yoga può essere di aiuto anche a chi non è un praticante abituale di questa millenaria disciplina.

A seconda del nostro bisogno possiamo praticare dei semplici esercizi, o posizioni che ci aiutano a sciogliere delle tensioni, a rilassarci, a calmare la mente oppure al contrario a portare energia nel corpo e nello spirito, a rinforzare il nostro sistema immunitario, a liberarci di un po’ di tossine.

La posizione che prendiamo in prestito dallo yoga è BALASANA, la posizione del bambino, forse una delle asana (posture) più ristorative di tutto lo yoga.

Se hai avuto una giornata pesante, ti senti molto stanco, appesantito o con la testa piena di pensieri, arrivato a casa o in un posto dove puoi rimanere in tranquillità prova a metterti in ginocchio e portare i glutei sui talloni. Cammina in avanti con le mani fino a portare l’addome e il torace sopra le cosce (se i glutei non arrivano ai talloni usa una coperta tra i due).

Appoggia la fronte sul tappetino (o sul pavimento) e lascia le braccia allungate in avanti con i palmi delle mani rivolte verso il basso. Respira profondamente e senti tutta la colonna vertebrale che si allunga.

Dopo qualche respiro porta le braccia lungo il corpo accanto alle gambe con i palmi verso l’alto. Scarica il peso delle spalle verso terra e continua a respirare profondamente.

Se ci si sente sopraffatti dai pensieri si può immaginare che la testa si “svuoti” riversando direttamente i pensieri nel tappetino, come se fossero acqua.

Rimani quanto vuoi nella posizione.

 

Effetti della Balasana

  • A livello fisico rende la schiena più flessibile, scarica le tensioni da collo e spalle, favorisce il sonno, massaggia e stimola gli organi interni (attraverso il movimento del respiro e il contatto con le cosce), favorisce il sonno e migliora l’insonnia.
  • A livello sottile calma la mente, allevia lo stress, infonde un senso di protezione e benessere, è molto consolatoria soprattutto in periodi di difficoltà.

 

Anche se non fai yoga: torsione semplice da seduti

Le torsioni (rotazioni laterali del busto) sono tra le posizioni più antiche dello yoga. Hanno immensi benefici sia fisici che mentali e quindi anche se non pratichi regolarmente yoga vale la pena dedicare loro qualche momento della tua giornata per eseguirle…anche seduto in ufficio su una sedia, durante una piccola pausa.

Nelle torsioni la colonna vertebrale si accorcia, i dischi intervertebrali si comprimono e al loro rilascio si riempiono di nuova linfa, la colonna vertebrale guadagna flessibilità  e il tessuto connettivo intorno alla spina dorsale si scioglie.

Oltre a questo…

Durante la torsione gli organi addominali vengono “strizzati” migliorando,  al rilascio, ossigenazione e afflusso di sangue , migliora il processo digestivo e la peristalsi intestinale.

A livello sottile invece i maggiori benefici si hanno in una migliorata capacità di accettare quello che ci succede nella vita.

La zona addominale (la più stimolata nelle torsioni) infatti  è il posto nel corpo dove, secondo lo yoga, vengono metabolizzate le esperienze, le nostre emozioni inespresse, e le situazioni non digerite. Rendere questo centro più mobile ci aiuta ad assimilare meglio ciò che la vita ci porta…proprio come nella digestione fisica.

 

Esecuzione:

Da seduti a gambe incrociate, in ginocchio o su una sedia allunghiamo bene la colonna verso l’alto.

(Requisito fondamentale per una buona torsione è avere la schiena ben dritta, quindi diamo un buon allungamento a tutta la schiena).

Portando le braccio verso l’alto inspirando ruotiamo il busto verso destra e abbassiamo le braccia espirando: il braccio destro si appoggia a terra (o sulla sedia)  dietro la schiena a sostenerla e il braccio sinistro si appoggia sulla coscia destra.

Rimaniamo respirando profondamente, meglio se nell’addome, per almeno 10 respiri e poi ripetiamo  a sinistra.

Buona pratica!

 

Un ringraziamento a Yoga Lab, centro yoga a Bolzano.

Rimani aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter