una signora durante un massaggio al ciocolato

Massaggi orientali: ritrovare il benessere dentro di sé

I massaggi orientali si basano sulle discipline olistiche. L’olismo è un principio filosofico secondo il quale gli esseri viventi vanno considerati nella loro interezza.

La filosofia olistica è il fulcro della Medicina Olistica e vede l’uomo come un insieme omogeneo di tre parti: Mente, Corpo e Anima. Ogni essere umano ha un’energia dentro di sé, la quale deve essere in armonia con le proprie leggi e con quelle dell’universo per sentirsi sano. Questa energia vitale, detta Qi, è una forza universale che attraversa ogni essere vivente.

L’olismo ritiene che l’energia vitale del corpo scorra attraverso dei canali energetici ben definiti, chiamati meridiani. Uno squilibrio in uno dei meridiani presuppone un disturbo psicofisico ben definito. I massaggi orientali sono orientati alla persona, al sistema e al riequilibrio energetico stimolando il processo di guarigione del corpo.

I massaggi orientali quindi mirano a raggiungere il benessere psicofisico dell’essere umano considerandolo come un’unità indissolubile. L’unione tra corpo, mente ed anima si realizza ogni giorno in un equilibrio che coinvolge tutti i punti energetici del corpo e gli stimoli sensoriali che arrivano alla mente. Diventa fondamentale in questo trattamento la relazione con il massaggiatore, gli aromi e i suoni che avvolgono l’ambiente.

Scoprite cosa sono e come funzionano i meridiani energetici!

 

Meridiani energetici: cosa sono?

I meridiani energetici sono vasi o canali del corpo dentro i quali scorre l’energia vitale (Qi). I meridiani energetici producono e assorbono energia, agevolando inoltre il trasporto da un organo all’altro.

Molto spesso il Qi, bloccandosi in alcuni punti specifici, aiuta i professionisti a capire su che organo vi è un blocco energetico e quindi un malfunzionamento. Il trattamento sui meridiani energetici serve a sbloccare l’energia e ripristinare il corretto flusso energetico.

Esistono due tipologie di meridiani energetici: principali e secondari. I meridiani principali scorrono dalla testa verso i piedi in profondità nel corpo. Mentre quelli secondari rappresentano il collegamento principale tra gli organi interni e il resto del corpo.

I meridiani che attraversano il corpo sono dodici: sei di questi sono preposti alla produzione di energia, mentre gli altri la assorbono. Svolgono un’azione di difesa dell’organismo e i massaggi orientali agendo sui meridiani sono in grado di risolvere grandi e piccoli disturbi della salute. I massaggi orientali per essere efficaci richiedono un coinvolgimento totale di corpo, mente e anima.

Scoprite le strutture che vi offrono un massaggio orientale!

 

Meridiani energetici: come funzionano?

Il massaggio orientale lavora sui meridiani energetici a livello sia diagnostico che curativo. Per la cura degli squilibri dei meridiani tramite questo trattamento è necessario tenere in considerazione la circolazione del Qi.

Il movimento del Qi corrisponderà ad un innalzamento dell’attività degli organi toccati dal flusso energetico, con picchi di intensità e variazioni orarie che informano sulla patologia. Ad ogni orario della giornata corrisponde il movimento di un meridiano e dei suoi conseguenti sintomi. Questo aiuta il professionista ad agire su un meridiano piuttosto che su un altro.

L’approccio olistico consente al soggetto di imparare a gestire i rapporti con le altre persone, di migliorare la propria autostima e di raggiungere obiettivi prefissati.

I massaggi orientali che agiscono sui meridiani sono diversi, ognuno dei quali ha i suoi movimenti e le sue tecniche: massaggio thai, con campane tibetane, ayurvedico, shiatsu e infine il massaggio TuiNa.

Scoprite la tipologia di massaggio orientale che fa per voi!