una signora in una piscina di un a struttura termale in italia

Le Terme di Sepino

Le Terme di Sepino, conosciute già dagli antichi romani, sfruttano un'acqua proveniente dalle Tre Fontane. Essa, oltre a essere utilizzata per le cure termali, viene anche raccolta a monte per essere poi imbottigliata e venduta sul mercato.

Questa località termale divenne molto famosa durante il periodo dei Sanniti, i quali notarono numerose proprietà terapeutiche nelle sue acque. In seguito, i romani ricostruirono la città, andata distrutta a seguito di una battaglia per la conquista del territorio.

Le prime analisi su quest'acqua furono svolte durante il 19° secolo, ma in seguito ne furono effettuate altre fino a quando, negli anni '20, si riuscì a definire quest'acqua come oligominerale. Ad oggi, le acque delle Terme di Sepino vengono definite oligominerali, bicarbonato calciche, magnesiache.

Molte sono le indicazioni terapeutiche per queste acque. In particolar modo sono molto adatte nella cura delle affezioni legate all'apparato urinario e gastrointestinale, nonché per tutte le problematiche legate al ricambio del tessuto cellulare.